Terme di Rapolla

Rapolla è un piccolo paese lucano nel bacino del Vulture, noto soprattutto nella regio come importante località termale locale. Rapolla si trova a pochi chilometri di distanza dal famoso centro industriale di Melfi, rinomato per il sito produttivo della famosa casa automobilistica FIAT.
Posto nella estrema propaggine settentrionale della regione Basilicata, là dove arriva a confinare con Puglia e Campania, Rapolla si trova praticamente a metà strada fra il capoluogo di provincia Potenza e Foggia, ad una distanza di una trentina di chilometri da entrambe, e ad una distanza di poco maggiore da Benevento, da Andria e Barletta.

La storia delle Terme di Rapolla con la nascita del primo stabilimento della storia è piuttosto recente, dato che le sorgenti di acqua termale sono state scoperte solo agli inizi dell’Ottocento. Lo stabilimento termale, invece, nasce nel 1961 e viene successivamente ristrutturato completamente nel 1996.
Le sue acque hanno origini geologiche molto più lontane: acquistano infatti i loro minerali nel lunghissimo tragitto che percorrono nelle viscere della terra in cui incontrano le rocce laviche del vulcano spento, il Vulture, che sorge a poca distanza da Rapolla.

prenota ora

Stabilimento 

Il complesso termale di Rapolla risale all’inizio del Novecento con la scoperta, in località Orto del Lago, a 450 metri di altitudine, di tre sorgenti d’acqua minerale, ma è solo nel 1961 che viene inaugurato l’attuale stabilimento termale.. L’impianto comprende reparti di balneoterapia, fanghi, inalazioni, trattamenti estetici, nonché un albergo attrezzato con sala congressi, bar e ristorante.

Trattamenti

I principali trattamenti offerti dalle Terme di Rapolla sono la fangoterapia, che viene utilizzata sia a scopi curativi sia per scopi estetici e di cosmesi, la nebulizzazione dell’acqua termale per la cura delle vie respiratorie con specializzazioni come aerosol, inalazioni e docce nasali, ma anche i più classici trattamenti della cura idropinica, particolarmente efficace contro gotta e diabete e dei bagni termali, efficaci contro la cellulite e l’invecchiamento precoce della pelle (sono quindi molto indicati contro l’insorgere delle rughe).

Le acque:

Le Terme di Rapolla sono alimentate da due sorgenti di acqua che sgorgano nella contrada Orto del Lago e sono classificate come minerali, acidulo-ferruginose e salso-sulfureo-bicarbonato-alcaline.
Queste acque termali e il fango terapeutico che si ottiene da esse, vengono utilizzati per curare una grande quantità di disturbi: distonie neurovegetative, squilibri endocrini, malattie dismetaboliche e patologie croniche della pelle.
Sono indicate anche nella cura di patologie reumatiche, sciatica, affezioni respiratorie quali faringiti, laringiti, bronchiti e riniti e per il recupero dai postumi di fratture.

Come arrivare alle Terme di Rapolla

L’auto è senza ombra di dubbio il mezzo più indicato per raggiungere questa località termale lucana.

In auto ci sono due direttrici principali arrivare a Rapolla nel nord della Basilicata:

  • da Napoli e dalla Puglia, si segue la A16, fino al casello di “Candela”, da cui poi ci si immette sulla Statale che corre verso sud per una trentina di chilometri fino a Rapolla;
  • dalla Calabria invece si usa la A3 fino a Contursi Terme, quindi la Salerno Potenza fino al capoluogo lucano. Da Potenza si percorre infine la Statale 93 che sale verso nord fino alla località termale di Rapolla.

Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, la stazione più vicina è quella di Melfi che dista qualche chilometro da Rapolla, ragion per cui è successivamente necessario ricorrere ad un taxi o ad un bus di linea per raggiungere le Terme

Info e Suggerimenti

La località di Rapolla si trova nella zona di produzione di tre rinomati vini italiani: Malvasia, Aglianico e Moscato, i primi due bianchi ed il terzo da dessert. I cultori del vino possono quindi approfittare del Parco Urbano delle Cantine della cittadina, costituito dalle cavità scavate nel tufo vulcanico su cui sorge il centro abitato, per degustare direttamente presso i produttori questi prestigiosi prodotti vitivinicoli.
A Rapolla si trova anche un ottimo Olio Extravergine di Oliva, tanto che la cittadina è inserita all’interno dell’Associazione italiana “Città dell’Olio”.
Tra le meraviglie da vedere in questa storica località lucana, c’è il centro storico dello stesso paesino, il quale tiene in vita numerose testimonianze storiche e artistiche del periodo alto-medioevale, da non perdere anche i suoi immediati dintorni, in cui sono ancora visibili tracce del suo passato di epoca romana.
Gli amanti della natura e dei sentieri di montagna da percorrere a piedi o a cavallo possono sfruttare gli itinerari presenti sul Monte Vulture, vulcano spento bellissimo da fotografare, i cui versanti sono ricoperti da boschi di castagni, dai quali si ricava il pregiato Marroncino di Melfi D.O.P..
Da non perdere, nella vicina Melfi, una visita all’imponente castello medioevale, risalente addirittura a poco dopo l’anno Mille, in pieno periodo Normano, ma che conserva al suo interno anche cimeli del periodo angioino e aragonese.

Stabilimenti e Terme Libere in Basilicata