Terme di San Teodoro

Le terme di San Teodoro si trovano a Villamaina un piccolo comune campano dell’Alta Irpinia in provincia di Avellino. L’omonimo stabilimento termale, unico in questa zona, è situato presso la fonte Formulano, un’area ricca di storia e tradizione nella quale sono stati in epoca moderna, rinvenuti resti di antichissime strutture risalenti all’epoca Romana. Villamania oltre che la sede delle Terme di San Teodoro, è una bellissima meta turistica. Il piccolo borgo è molto caratteristico e si colloca a un’altitudine di 500 metri circa e a una quarantina di chilometri dal capoluogo di provincia Avellino così come dalla città di Benevento. Villamania è molto vicino anche al confine con la Puglia, che geograficamente si colloca ad est rispetto all’abitato, una regione che ha comunque influenzato in parte la cultura e l’enogastronimia di questa terra.

prenota ora

Stabilimento 

Lo stabilimento termale Antiche Terme di San Teodoro, si trova nel paese di Villamaina in provincia di Avellino. Queste terme svolgono soprattutto un servizio di cure termali, anche se all’interno del centro è possibile usufruire dei pacchetti benessere che comprendono tutti i tradizionali trattamenti bellezza tipici del termalismo moderno.

Le terme di Villamaina stabilimento di San Teodoro sono famose da molti secoli per gli ottimi fanghi termali che è possibile produrre in virtù delle peculiari caratteristiche delle loro acque benefiche.

La fangoterapia è quindi sicuramente il trattamento crenoterapico più in voga presso questo sito termale.
Alla lunga tradizione in fatto di fanghi termali si abbinano efficaci trattamenti di inalazione, idropinoterapia e balneoterapia, ossia quelle adatte alla cura delle patologie che ottengono il massimo beneficio da queste acque e cioè, rispettivamente, malattie delle vie respiratorie, dell’apparato digerente e della pelle.

Le acque:

Le acque termali di Villamaina si classificano chimicamente come sulfuree e solfato-bicarbonato-alcalino-terrose e sgorgano alla temperatura costante di 28 gradi.
Esplicano un’azione cheratoplastica e cheratolitica sulla pelle; anticatarrale, antiflogistica e stimolante sulle mucose dell’apparato respiratorio; stimolante della peristalsi sull’apparato digerente.
In generale, queste acque ricche di minerali possiedono effetti:

  • tonico-sedativo;
  • disintossicante;
  • anti-allergico;
  • stimolante del sistema endocrino;
  • benefici su metabolismo e malattie croniche articolari

Come arrivare alle Terme di San Teodoro

Essendo un piccolo paesino di montagna, a Villamaina si arriva soltanto in auto o al massimo con uno dei pochissimi bus di linea che la raggiungono da Avellino.

La macchina o qualunque mezzo privato è il veicolo che consigliamo di utilizzare per giungere alle Terme di San Teodoro e il percorso più indicato da seguire è:

  • da Napoli si percorre la A16 fino ad Avellino. Dal capoluogo conviene poi proseguire sulla Statale 400, che corre verso est direttamente fino a Villamaina;
  • da Benevento si percorre la Statale 7 fino ad immettersi sulla A16 fino a Grottamainarda, dove si esce e si prosegue verso sud per una decina di chilometri;
  • dalla Puglia, usando l’Autostrada A16, che corre a soli dieci chilometri a nord dalle Terme. Uscendo allo svincolo di Grottaminarda, basta poi proseguire sulla Statale verso sud fino a raggiungere le terme di San Teodoro.

Info e Suggerimenti

Per chi si trova alle Terme di San Teodoro nella località termale di Villamaina in provincia di Avellino, consigliamo nel suo itinerario di visitare, anche, a l’Area Archeologica della Valle d’Ansanto, che si trova a pochi km dal paese, detta anche “Mefite” per via del laghetto bollente dalle acque sulfuree, che con le sue emissioni gassose e caldissime non permette la vita di fauna e vegetazione nelle immediate vicinanze.
Presso il laghetto esistono i resti del tempio della dea Mefite, una divinità adorata dalle popolazioni irpine, che ha reso anche una grande quantità di reperti.
La zona dell’Alta Irpinia presenta anche molte altre attrattive, come Conza della Campania, località presso la quale si trova sia l’Area Archeologica Compsa che l’Oasi WWF, il castello di Monteverde, il castello del borgo medioevale di Calitri, capoluogo della Comunità Montana e sede della Festa Interregionale che si tiene a inizio settembre.
Per agevolare la visita di tutte le bellezze del suo territorio, la Comunità Montana dell’Alta Irpinia ha istituito tre appositi percorsi: la Via della Natura, la Via della Fede e la Via dei Castelli, che raggruppano rispettivamente gli itinerari ambientali e paesaggistici, quelli alla scoperta di chiese e santuari e quelli che comprendono rocche, manieri e borghi medioevali.

Block "terme-in-campania-2" not found