Terme di Cervia

Cervia è una nota stazione balneare della Riviera Romagnola, famosa soprattutto per le spiagge che sono prese d’assalto d’estate dai turisti italiani e non solo. Cervia, non è solo mare; al contrario se pur meno conosciuta in queste vesti è anche una meta termale molto importante per la regione dell’Emilia Romagna. La città è collocata nel tratto di Riviera che si estende nella provincia di Ravenna, ma il capoluogo più prossimo risulta essere Cesena, dalla quale dista circa una ventina di chilometri. Terme di Cervia è un interessante complesso termale che si avvale delle importanti proprietà benefiche “salso – bromose – iodiche” dell’acqua scaturita dalla fonte che si trova in prossimità del complesso, la quale si distingue dalle altre acque termali italiane, per la sua vicinanza al mare che l’arricchiesce conferendogli un alto tasso di salinità.

prenota ora

Stabilimento 

Le Terme di Cervia sono famose per l’efficacia benefica che le sue acque intensamente saline hanno sulle affezioni delle vie respiratorie, che vengono solitamente curate tramite inalazioni.
Anche i fanghi e la balneoterapia sono comunque molto gettonati, in virtù della benefica azione che l’acqua salina svolge sia a livello curativo che di relax e benessere psico-fisico.
Ecco una panoramica delle principali strutture che trovate alle Terme di Cervia:

Stabilimenti
Spiaggia

Lo stabilimento terme di Cervia si occupa prevalentemente di cure termali, ma ha disposizione anche degli spazi per percorsi benessere tipici del termalismo classico.

Trattamenti

Cure termali:

  • Balneoterapia
  • Solarium
  • Fangoterapia
  • Cure inalatorie
  • Fisioterapia
  • Massoterapia

Molte delle cure effettuate all’interno di questo centro sono convenzionate con SSN.

Benessere:

  • Trattamento viso e corpo
  • Wellness lifestyle
  • Cosmetici Terme di Cervia
  • Movimento e Salute
  • Area Palestra

Le acque:

L’acqua “madre” salso-bromo-iodica utilizzata presso lo stabilimento termale di Cervia viene estratto dalle vicine Saline di Cervia, così come il fango termale utilizzato nei trattamenti terapeutici.
L’acqua termale di Cervia viene mantenuta artificialmente ad una temperatura costante di 33° e possiede una concentrazione di cloruro di sodio ben quattro volte superiore al quella marina.
L’acqua termale è indicata per trattamenti dell’apparato vascolare e per trattare gli stati di tensione della muscolatura, grazie alla sua intensa efficacia mio-rilassante. Possiede inoltre una notevole efficacia contro le affezioni dell’apparato respiratorio e la sordità rinogena..

Come arrivare a Cervia Terme

I mezzi più consigliati in quanto più pratici per arrivare a Cervia Terme sono: l’auto e il treno.

  • In auto, il modo più veloce di arrivare alle Terme di Cervia è l’autostrada A14, dato che lo stabilimento si trova subito nei presso del casello “Cesena Sud”. Una volta usciti, basta proseguire in direzione Cervia per pochi chilometri.
  • In treno, si utilizza la linea Ferrara-Ravenna-Rimini per arrivare fino alla stazione di Cervia (la stessa linea collega comodamente Cervia anche alle altre stazioni balneari della Riviera). Dalla stazione, un paio di chilometri a piedi portano infine allo Stabilimento termale.

Info e Suggerimenti

Furono proprio i primi salinari, che lavoravano per molti mesi immersi nell’acqua e nel fango delle saline cervesi, a rendersi conto per primi delle straordinarie proprietà della fanghiglia nera, che leniva le loro ferite e i loro dolori. Erano i primi anni del ‘900 e da quei primi empirici interventi curativi, si è passati nel 1930 alla costruzione di un piccolo stabilimento provvisorio all’aperto.
Agli anni ’50 risale l’ampliamento che ha portato le Terme di Cervia verso la modernità, fino a diventare uno degli stabilimenti più completi e prestigiosi del nord Italia.

Le Terme di Cervia, simbolo del termalismo italiano, celebrano l’anniversario con un importante saggio edito da Edizioni Minerva. L’occasione per ripercorrere insieme la storia di uno stabilimento che rappresenta un affascinante esempio di interazione tra uomo e natura e un punto di riferimento per l’offerta turistica romagnola, ma anche per immaginare le Terme del futuro. Perché un filo diretto lega la storia dei primi salinari, che scoprirono le virtù dell’Acqua Madre e dei fanghi, alle ultime esperienze, in un percorso orientato al concetto olistico di wellness.

Stabilimenti e Terme Libere in Emilia Romagna