Terme di Porretta

La località termale di Porretta Terme si trova sull’Appennino Tosco-Emiliano, nel comprensorio del monte Corno alle Scale. Porretta rientra all’interno della provincia di Bologna, ma si trova vicinissima al confine con la Toscana con la provincia di Pistoia.
Si colloca nella Valle del fiume Reno, corso d’acqua che taglia in due l’abitato, e rappresenta il crocevia di importanti vie di comunicazione, che prendono appunto il nome dalla cittadina: sono la Statale 64 Porrettana e l’omonima linea ferroviaria che collega Pistoia a Bologna.

La storia termale di Porretta è antica di 2000 anni, e affonda le sue radici in un  leggendario racconto, in base al quale le proprietà curative delle acque del posto vennero scoperte dopo che un bue ormai vecchio e inadatto all’aratro fu lasciato libero di vagabondare; dopo che questo ebbe bevuto dell’acqua della fonte riacquisto il vigore di un tempo e gli abitanti del posto scoprirono così l’utilità delle acque medicamentose.
E’ per questo motivo che il bue risanato è ancora oggi emblema delle terme di Porretta.

Offerte Porretta Terme

Booking.com

Proprietà delle acque Terme di Porretta

Le terme di Porreta sono alimentate da acque sia salso-bromo-iodiche che sulfuree.
Le prime affiorano dal terreno nella parte alta del paese, laddove sono state rinvenute le rovine delle antiche terme romane, e si caratterizzano per il fatto di ricordare, con la loro composizione, l’acqua marina. I principali minerali disciolti sono cloruro di sodio, iodio e bromo.
Esplicano diverse azioni curative, fra le quali quella lievemente sedativa sul sistema nervoso centrale, anti-infiammatoria sui tessuti organici, antisettica su cute e mucosa e stimolante nei confronti della secrezioni e di diversi ormoni.
In relazione alla elevate temperatura di applicazione svolgono anche azione di innalzamento della soglia del dolore e incremento della circolazione a livello locale.
Le seconde possiedono un’alta concentrazione di idrogeno solforato, grazie al quale esercitano funzioni sedativa ed antispastica, fluidificante sulle mucosee stimolante nella produzione di anticorpi, con particolare rigurdo al contrasto del riacutizzarsi di patologie croniche quali le allergie.

Stabilimento termale Terme di Porretta

Orari ingresso Porretta Terme:

Dal Lunedì al Venerdì: 08.30 – 13.00 / 14.00 – 18.30

Sabato: 8.30 – 13.00

*Orario soggetto a variazioni in funzione della stagionalità

Listino prezzi Porretta Terme:

Piscina Termale:
Ingresso singolo: 15 euro
Ingresso singolo domenica: 18 euro
Ingresso ridotto (7-12 anni): 7,50 euro
Ingresso ridotto domenica: 9 euro

Prezzi ed orari Terme di Porretta

Orari ingresso Castel San Pietro Terme:

Dal 19 Agosto al 26 Ottobre 2019
Più tempo per le tue Cure Inalatorie e Sordità Rinogena
dal lun al ven 8,00-12,00 e 15,00 – 19,00
sabato 8,00 – 12,00 e 15,30 – 18,00

Listino prezzi Castel San Pietro Terme:

Uffici Informazioni e Prenotazioni ( visite e cure )
051.940408 – 051.941247 – 800.213540
dal lun al sab dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 15,00 alle 18,00

Mappa e come arrivare alle Terme di Porretta

Le Terme di Castel San Pietro sono ben raggiungibili da Bologna, da Imola, da tutta la provincia di Bologna, oltreché dalla vicina Ferrara.

Sono facili da raggiungere con gli Autobus di Linea, Treno, o con l’ auto percorrendo le strade statali di collegamento o utilizzando l’Autostrada A14 che ha l’uscita proprio a Castel San Pietro Terme.

Indirizzo: viale Terme 1113, 40024 Castel San Pietro Terme – Bologna

Denise
DeniseTripadvisor
Leggi Tutto
Porretta Terme è una località termale molto graziosa e il centro benessere è veramente molto buono. I prezzi sono giusti per il servizio offerto, molto bene anche sul piano della pulizia e del personale cortese e qualificato. Lo consiglio a tutti!
Vittoria
VittoriaTripadvisor
Leggi Tutto
La mia esperienza al centro termale di Porretta è stata davvero ottima, le cure così come i trattamenti sono buonissimi, le piscine sono confortevoli e ben curate. Bravissimi anche i ragazzi dello staff, tutti molto educati e professionali. Se avete bisogno di rilassarvi e spegnere per qualche ora il cervello, questo è il posto giusto!
Christian
ChristianTripadvisor
Leggi Tutto
Location stupenda, il centro è piccolo ma ben curato e accogliente. Le piscine sono veramente una bomba, l'acqua è meravigliosa calda al punto giusto e quando esci dall'acqua senti veramente tutti gli effetti benefici sulla pelle. Meravigliosa ci tornerò sicuramente!
Giacomo
GiacomoTripadvisor
Leggi Tutto
Sono molti anni che mi reco alle terme di Porretta e devo dire che ogni volta sono sempre meglio. Il personale è gentile ed accogliente, gli ambienti sono confortevoli e puliti per non parlare dei percorsi benessere tra massaggi e piscina il relax è assicurato! Complimenti a tutti!
Precedente
Successivo

Informazioni utili e suggerimenti

Porretta Terme presenta di per sè alcune importanti attrattive, due delle quali prevalgono su tutte: la prima è il festival di caratura internazionale dedicato alla musica Soul, che si tiene ogni anno nel mese di luglio sotto il nome di Porretta Soul Festival. L’altra è senza dubbio la classica “torta porrettana”, un tradizionale dolce tipico a forma di ciambella ricoperta di zucchero a velo.
La maggior parte dei visitatori dei dintorni di Porretta viene a sciare in Val Carlina, nel comprensorio del Monte Corno alle Scale, su quelle piste che videro sbocciare il grande talento del campione di Scii italiano Alberto Tomba. Il territorio che circonda Porretta ed il Conto alle Scale è però molto interessante anche nel resto dell’anno quando è possibile scegliere fra tantissimi itinerari di escursione pe una bella camminata di montagna: ad esempio, si possono visitare le Cascate del Dardagna, una serie di sette scenografici salti che il torrente appenninico compie a poca distanza dal lago Scaffaiolo, altra importante attrattiva dei dintorni e luogo in cui è presente uno dei principali rifugi.
Con meno di dieci chilometri di viaggio si raggiungono anche il castello della Sambuca, importante fortezza medioevale situata sul tracciato di un diverticolo della via Francigena che passava sul crinale appenninico, ed il Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, dove ancora si può osservare la presenza di rari mammiferi come il cervo ed il lupo, oltre che una grande quantità di cinghiali.
Proprio la presenza di cinghiali ed altra selvaggina rappresenta una delle più caratteristiche note eno-gastronomiche di questo territorio, che offre, tuttavia, anche il pregiato miele del Bosco di Poranceto, le castagne che si raccolgono su questi versanti ricoperti di castagneti secolari, ed una straordinaria varietà di funghi.

Stabilimenti e Terme Libere in Emilia Romagna

Torna su