San Vittore di Genga Terme

Le terme di San Vittore si trovano nel paese di Genga, minuscolo Comune della provincia di Ancona, che dista poco più di una sessantina di chilometri dal capoluogo di regione.
Genga si trova nell’entroterra delle colline jesine, un territorio caratterizzato dalle continue e piacevoli ondulazioni collinari, che si interrompono solo in corrispondenza del letto del fiume Sentino che attraversa l’abitato.
Genga si trova proprio nel cuore del Parco Naturale della Gola Rossa e delle Grotte di Frasassi, in un comprensorio di enorme pregio ambientale e di grande attrattiva turistica, che si caratterizza per le imponenti formazioni carsiche.

La storia di San Vittore a Genga e le sue terme ha origini molto lontane. Secondo alcuni reperti storici rinvenuti nelle Grotte nei dintorni di Genga fanno supporre che gli abitatori della zona conoscessero le fonti termali benefiche già in epoca preistorica, anche se la prima testimonianza del suo sfruttamento in epoca storica risale all’epoca romana.
L’attività di un primo piccolo stabilimento termale è iniziata nel 1922, nella attuale località di San Vittore, dove nel 1965 è stato ampliato il complesso termale che ha portato alla fisionomia dell’attuale stabilimento.

prenota ora

Stabilimento 

Lo stabilimento termale di San Vittore di Genga è un moderno complesso termale che offre una serie molto variegata sia di trattamenti che di servizi, sia per la cura termale che per il wellness.
La struttura è composta da due parti: il reparto cure termali e il centro benessere.
Le Terme offrono servizi di piscine interne per la balneoterapie ma anche terapie tradizionali inalazioni nasali, vapori.

Molti dei trattamenti perpetuati nel centro termale Frasassi di San Vittore sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale.

Trattamenti

Le specializzazioni termali per le quali le Terme di San Vittore a Genga sono rinomate sono senza dubbio quelle che sfruttano le acque benefiche della zona per inalazioni, nebulizzazioni, insufflazioni endotimpaniche, Politzer, docce nasali micronizzate, aerosol sonico e humage sulfureo.
Genga è anche ottimamente attrezzata con vasche e camerini di reazione per le cure fangoterapiche e possiede una piscina esterna alimentata con acqua termale.

Le acque:

Le Terme di San Vittore sono alimentate dalla sorgente omonima che nasce a poche centinaia di metri dallo stabilimento termale ed è caratterizzata dal tipico intenso odore di zolfo, spesso caratterizzato da un odore di “uovo marcio” leggermente fastidioso, dovuto all’elevato grado solfidrimetrico, ossia la concentrazione di idrogeno solforato che rende queste acque, classificate come sulfureo-sodiche, particolarmente efficaci sulle affezioni delle vie respiratorie e sulle malattie reumatiche.

Come arrivare a San Vittore di Genga Terme

Per raggiungere la località di San Vittore di Genga il mezzo più consigliato è l’automobile, inoltre si consiglia di prendere come riferimento per il viaggio proprio la citta di Genga nello specifico.

  • In auto o con il bus di linea, l’unico modo per raggiungere Genga è percorrere la Statale 76, che collega la Statale 3 Flaminia alla A14 Adriatica via Fabriano e Jesi.
  • Chi arriva dalla costa adriatica si immette sulla Statale per Genga all’altezza di Chiaravalle e Falconara nei pressi di Ancona.
  • Chi percorre la Flaminia può deviare invece per Genga all’altezza della località “Osteria del Gatto”.

Info e Suggerimenti

Le Terme di San Vittore di Genga sono un luogo ricco di punti di ineresse nel quale passare sia delle vacanze rilassanti che ricche di emozioni e divertimento. Le terme sorgono ad appena trecento metri dall’ingresso al Parco della Gola della Rossa e delle Grotte di Frasassi. Chi visita Genga quindi, non può mancare assolutamente di visitare uno dei più famosi complessi carsici di tutta Italia, famoso  principalmente per le straordinarie dimensioni delle grotte e per il numero di cavità presenti, adorne di incredibili formazioni stalattitiche.
A metà della gola scavata dal fiume Sentino sorge molto più isolato nella tranquillità mistica di questi luoghi il Santuario della Madonna di Frasassi.
Nell’arco di una ventina di chilometri da Genga si possono visitare Sassoferrato con l’area archeologica in cui si trovano le terme e la strada lastricata, Fabriano con il Museo della Carta e Serra San Quirico, centro medioevale che domina l’imbocco della Gola della Rossa.
Volendo, a soli 50 chilometri si arriva alla belissima Senigallia, la più vicina località balneare marchigiana utile a chi desidera coniugare alle terme una vacanza di mare e sole, su questa costiera in cui molte sono le spiagge insignite della Bandiera Blu.

Stabilimenti e Terme Libere in Emilia Romagna