Terme di Premia

La località Termale di Premia si trova in Piemonte ed è un comune italiano di 583 abitanti facente parte della Provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Premia è situato nella Valle Antigorio, una delle diramazioni della Val d’Ossola, che segue la via che conduce in Val Formazza.
Il Comune di Premia, dove ha sede il Centro termale, con i suoi pascoli e boschi è luogo ideale per soggiorni tranquilli e rigeneranti. Le sue frazioni, le sue deliziose chiese e i musei ne raccontano la storia, a partire dall’epoca romana passando per la dominazione della famiglia dei De Rodis, che ebbe rilievo anche nella storia dell’Ossola.
Da lì iniziano le prime colonizzazioni Walser delle terre in quota, dove sorgono tutt’oggi i villaggi di Salecchio Superiore, Salecchio Inferiore e Case Francoli, oltre ad esempi di architettura walser in altre parti del territorio che si diparte da Cadarese sino al confine con Formazza.
L’industria idroelettrica ha inciso in maniera sostanziale sull’economia locale, dando un patrimonio architettonico importante quale la Centrale di Cadarese, 1925 – 1929 ed il Monumento ai caduti, 1921-1922, progettate dall’arch. Portaluppi.
L’agricoltura zootecnica è altro punto di forza del territorio di Previa e vanto locale, con le sue 7 aziende agricole sono un elemento di protezione del territorio e fonte di incredibili prodotti locali.

Prenota ora

Stabilimento Termale:

Lo stabilimento termale si trova a Premia è situato tra i monti e i parchi naturali della Val d’Ossola. Le montagne che incorniciano la valle e le acque che sgorgano calde dal sottosuolo creano un connubio ideale di relax, benessere e divertimento per adulti e bambini.

Trattamenti

Le acque termali di Premia sono particolarmente indicate per il trattamento delle malattie otorinolaringoiatriche e delle vie respiratorie, vascolari, dermatologiche e ginecologiche.
Tra i trattamenti effettuati alle Terme di Premia:

  • Aerosol
  • inalazioni
  • docce nasali micronizzate
  • bagni terapeutici
  • piscine termali
  • percorsi vascolari
  • visite ed esami medici
  • fitness
  • massaggi
  • trattamenti estetici

Servizi

Lo stabilimento termale di Previa Terme offre innumerevoli servizi ai suoi ospiti:

  • Piscine termali
  • Area acqua bimbi
  • Lettini idromassaggio
  • Getti plantari e cervicali
  • Piscina nuoto libero
  • Area piscine esterne
  • Giardino
  • Centro benessere
  • Bagno Turco
  • Hammam
  • Saune
  • Docce emozionali
  • Area relax
  • Zona tisane
  • Pacchetti termali

Proprietà delle acque:

Le terme di Vinadio sono alimentate da acque di diverse sorgenti che acquistano un caratteristico calore grazie all’infiltrazione dalla superficie fino alla profondità di ben tremila metri, per poi riaffiorare presso diverse fonti fra le quali la Roccia, la Maddalena, la Cappella e la Fango Antico, le quali sono situate nei pressi dello stabilimento, mentre le fonti Stufa del Vascone e Stufa Santelli sgorgano, invece, direttamente all’interno del complesso termale.

Composizione e temperatura delle acque:

Le acque della Nuova Sorgente sgorgano a una temperatura tra i 32 e i 36°C e sono classificate come ipertermali solfato-calciche.

Come arrivare alle Terme di Premia

  • In aereo: dall’ aeroporto di Maplensa sono 105 Km circa tramite E62 e SS3
  • In autobus: Domodossola – Cascate del Toce Fermate: 1.Premia, 2. Piedilago, 3. San Rocco, 4.Passo, 5. Rivasco
    In treno: la stazione più vicina alle Terme di Premia è quella di Domodossola con le linee Novara – Domodossola e Milano – Domodossola.
  • In macchina: Autostrada A26 (Genova Voltri / Gravellona Toce), poi si segue Strada Statale n.33 Gravellona Toce – Sempione Uscita Baceno-Formazza

Info e Suggerimenti

Le Terme di Previa hanno origini antiche. La presenza della sorgente di acqua calda nella frazione di Premia, è stata documentata per la prima volta da una bolla di Papa Paolo IV del 1556. Tale documento ne identificava il confine a sud con il “rivo dell’acqua calda”.
Miglior confine non poteva essere individuato, stante la presenza di un’ inconsueta zona a canneto e del vapori che si sprigionavano durante i periodi più freddi.
Gli usi che ne faceva la gente locale erano diversi da quelli di oggi, ci si portavano i bovini a bere nel periodo successivo al parto quando è maggiormente temibile l’insorgenza della polmonite, si macerava la canapa e si lavavano i panni. Dal Rivo tuttora fuoriesce dal sottosuolo un acqua ad una temperatura costante di 15°C.

Stabilimenti e Terme Libere in Piemonte