Terme di Acireale

Acireale è la seconda città per grandezza della provincia di Catania nella meravigliosa Sicilia;  sorge sulla costa ionica dell’isola, direttamente affacciata sul costa che guarda verso la Calabria. Dista poco più di una quindicina di chilometri dal capoluogo di provincia, e circa cinque dalle pendici sud-orientali del vulcano Etna, che sorge alle sue spalle.
Altra importante città turistica nei dintorni di Acireale, è Taormina, anch’essa collocata sulla costa ionica, ma circa una quarantina di chilometri più a nord.

Nonostante quello che si può pensare la Sicilia è una delle mete termali più apprezzate d’Italia, Acireale è fra quelle più famose poiché la lega una storia quasi lunga un secolo alle benefiche acque che sgorgano in questa terra.

I coloni greci furono i primi a riconoscere l’efficacia di queste acque benefiche, costruendo le prime strutture termali denominate Xiphonie. Successivamente, i dominatori romani costruirono a loro volta un impianto termale in località Santa Venera al Pozzo, ancora visibile all’interno della vasta area archeologica.
All’epoca medioevale risale invece la credenza che le acque termali del luogo fossero dotate di poteri taumaturgici in virtù del martirio di Santa Venera, che con il sangue del suo sacrificio avrebbe dotato le sorgenti di poteri medicamentosi ultraterreni.
Alla Santa è legato anche il nome del primo stabilimento moderno voluto nel 19° secolo dal barone Agostino Pennini di Floristella, che lo fece costruire in stile neoclassico. Lo stabilimento di Santa Venera è rimasto in funzione fino a tempi recenti, quando è stato sostituito dal più moderno stabilimento di Santa Caterina.

prenota ora

Stabilimento 

Lo stabilimento termale di Acireale si compone di due splendidi edifici, quello ottocentesco di Santa Venera e quello moderno di Santa Caterina, posti ambedue sul mare ionico e ai piedi del vulcano Etna, nel contesto di un grande parco termale in cui d’estate si tengono concerti e spettacoli a favore degli utenti degli impianti.
Lo stabilimento termale di Acireale pone il suo focus soprattutto sui trattamenti termali curativi e sulla riabilitazione motoria, alla quale è dedicato l’apposito Centro annesso.

Trattamenti

I principali trattamenti curativi proposti dallo stabilimento di Acireale sono:
Bagni termali sulfurei salsobromoiodici
Bagni termali con idromassaggio
Fanghi e bagni termali
Cure inalatorie ( inalazioni, humages, aereosol)
Insufflazioni tubo timpaniche
Lavaggi nasali e auricolari
A livello di trattamenti benessere, inoltre, lo stabilimento di Acireale propone i seguenti percorsi a pacchetto:
1. GIORNO DRENANTE
– Fango termale in acqua sulfurea
– Bagno con idromassaggio
– Massaggio corpo

2. RIGENERANTE VISO CORPO
– Peeling corpo con fango termale
– Bagno con idromassaggio
– Maschera viso
– Doccia filiforme sulfurea

3. TRE GIORNI ANTIAGING
– 1 Peeling viso e decollete
– 2 maschere viso e decollete con fango termale
– 2 docce filiformi viso in acqua sulfurea
– 3 bagni con idromassaggio in acqua sulfurea
– 3 massaggi corpo

4. TRE GIORNI ANTISTRESS
– 3 bagni con idromassaggio in acqua sulfurea
– 3 massaggi corpo
– 2 massaggi relax viso
– 2 docce filiformi viso in acqua sulfurea

5. TRE GIORNI RASSODANTI
– 3 fanghi termali con acqua sulfurea
– 3 bagni termali con idromassaggio
– 2 trattamenti strumentali

6. SEI GIORNI DIMAGRANTI ANTICELLULITE
– 6 fanghi termali
– 6 bagni con idromassaggio in acqua sulfurea
– 6 massaggi
– 3 trattamenti strumentali

Servizi

I principali servizi di cui dispone lo stabilimento termale di Acireale sono i seguenti:

  • Centro di Medicina idrologica, fisica e riabilitativa
  • Visite mediche specialistiche
  • Parco termale con musica dal vivo

Le acque:

Le acque che alimentano le Terme di Acireale sgorgano in località Aci Catena a una temperatura costante che si attesta intorno ai  21/22 gradi ed è classificata come sulfurea, salso-bromo-iodica e radioattiva.

Oltre che per la presenza dei due alogenuri iodio e bromo questa prodigiosa acqua, si caratterizza per la elevata mineralizzazione a livello di concentrazione salina, che la qualifica come minerale e di idrogeno solforato, che ne esalta le qualità terapeutiche.
Le acque di Acireale vengono anche utilizzate per la maturazione di un fango vegeto-minerale: l’argilla vulcanica di Acireale viene infatti fatta macerare per un periodo da sei mesi ad un anno nell’acqua sulfurea, per determinare lo sviluppo della peculiare micro-flora batterica che conferisce le proprietà benefiche.
Le principali indicazioni terapeutiche sono rappresentate dalla cura delle patologie osteo-articolari, reumatiche e dermatologiche, con particolare riferimento a dermatiti, eczemi, seborrea, acne e psoriasi.
Si rivelano molto efficaci, sotto forma di inalazioni ed insufflazioni endotimpaniche, anche nella cura di patologie otorinolaringoiatriche e delle vie respiratorie.

Come arrivare alle Terme di Acireale

La città di Acireale è comodamente raggiungibile in auto, in quanto servita dall’omonimo casello dell’Autostrada A18 che collega Messina a Siracusa via Catania.
Anche in treno, Acireale risulta facilmente raggiungibile, grazie alla stazione cittadina della linea ferroviaria Messina-Catania-Siracusa, che ricalca quasi esattamente il tracciato dell’Autostrada.
Chi viaggia in aereo, può sfruttare, invece, la vicinanza della città con Aeroporto di Catania, da cui sono disponibili poi taxi e bus diretti alla cittadina termale.

Info e Suggerimenti

La Sicilia è una delle regioni d’Italia più belle e interessanti da visitare, ricca di bellezze naturali e storiche, nonché meta imperdibile per gli amanti del buon cibo e la zona di Acireale in questo senso non è da meno. Le occasioni più importanti di svago nei pressi di Acireale sono le spiagge del litorale e le escursioni alla vetta del vulcanico dell’Etna, dove è possibile visitare i crateri laterali e, in rare occasioni, vedere addirittura piccole colate laviche che fuoriescono dalle bocche secondarie. Il Mongibello propone ai visitatori un paesaggio quasi lunare, con la sciara fatta di lava essiccata che colora tutto di nero, e pochissime piante, come la resistentissima ginestra a dare un tocco di colore all’ambiente circostante.
Quanto alle escursioni nei dintorni, le località migliori da visitare sono senza dubbio Taormina, famosa per i panorami e per le molte manifestazioni che hanno luogo nel corso dell’estate qui e nella sua “gemella” Giardini Naxos, oltre che per le vistose testimonianze dell’epoca greca come il Teatro ellenistico; e Bronte, che in tutto il mondo è sinonimo di pistacchio della più alta qualità, che viene usato al naturale o per la preparazione di dolci, gelati e granite.
Se siete appassionati di letteratura e avete in mente i romanzi e le novelle del Verga, non vi dispiacerà scoprire nei dintorni di Acireale molte delle ambientazioni che fanno cornice alle vicende descritte dal grande scrittore verista, come ad esempio Aci Castello, Lentini, Francofonte, Licodìa e Aci Trezza. Mentre vi recate in questi importanti luoghi letterari e storici potrete in tal caso potrete anche gustare nella campagna catanese, le atmosfere di quelle narrazioni, evocate dalla presenza di fichidindia e masserie che sembrano usciti sul momento dalla penna di un artista.

Stabilimenti e Terme Libere in Sicilia