Bagni di Lucca

Bagni di Lucca è una delle località turistiche più rinomate della Garfagnana che si trova in provincia di Lucca ed è compresa tra le Alpi Apuane e la catena principale dell’Appennino Tosco emiliano.
Il centro benessere Bagni di Lucca si trova a circa trenta chilometri a nord del capoluogo, ed è collocato proprio sul corso della statale dell’Abetone e del Brennero.
L’acqua Termale a Bagni di Lucca è considerata una delle fonti di benessere più importanti del complesso termale toscano, infatti, queste acque sgorgano naturalmente a temperature particolarmente elevate che si aggira intorno ai 45° e 54°.
Gli antichi Romani, che come noto erano particolarmente amanti dei Bagni Termali, furono i primi a sfruttare le fonti Termali della Toscana permettendo ai veterani di guerra di ritiratisi nelle belle e tranquille Città Toscane, come Siena o Firenze, di giovarsene e ritemprarsi.
Il massimo splendore della Cittadina dei Bagni di Lucca, è stato raggiunto nel XIX secolo quando le pozze termali venivano frequentate da insigni personalità provenienti da tutta Europa.
Nel passato, infatti, Bagni di Lucca, veniva chiamati anche “Terra di principi e di poeti” in quanto erano presenti le ville di molti nobili come Villa Ada, Villa Fiori, Villa Reale, i Bagni di Lucca furono, anche, la dimora molti intellettuali, tra i quali ricordiamo Shelley, Byron e Lamartine ed anche di nobili come i Duchi di Borbone, la Principessa Elisa Bonaparte e i Granduchi di Toscana. Ad attrarre queste importanti personalità dell’epoca, non era solo l’immensa bellezza di questi luoghi o le cure termali, al contrario una delle attrazioni principali di questo luogo nell’antichità era il famoso Casinò di Lucca, una delle prime sale da gioco ad essere autorizzate in Europa, addirittura già nel 1837.
Il Casinò di Bagni di Lucca venne chiuso, contestualmente a tutti i Casinò sul territorio italiano nel 1953. Nel 2009 il Casinò di Bagni di Lucca è stato riaperto; la gestione del gioco, delle scommesse ed i tavoli sono automatizzati, ovvero senza Croupier.

prenota ora

Stabilimento Bagni di Lucca

Il principale stabilimento termale di Bagni di Lucca è quello incorporato all’interno del lussuoso Hotel “Antico Albergo Terme” che include le strutture termali dell’insigne bagno termale “Jean Varraud”.
Si tratta di un vero e proprio fiore all’occhiello della struttura, all’interno del quale sono presenti molte attrazioni tra cui una sala fitness, un salone meeting e un’area attrezzata per bambini, e una “Piccola Piscina Termale” un bagno termale della grandezza di soli 60 mq posto al centro della struttura dei Bagni di Lucca.
Il Centro termale è annesso all’Hotel e presenta un’ampia gamma di cure termali e di trattamenti riabilitativi, come fanghi, massaggi, trattamenti benessere con oli essenziali ed una propria linea di cosmetici e di tisane.
Centri Benessere

Il complesso termale Jean Varraud e Casa Boccella, annesso all’Hotel, si caratterizza per la presenza di due suggestive grotte in cui il calore è alimentato dal vapore naturale che sgorga direttamente delle sorgenti termali.
Le due incavature prendono il nome di Grotta Paolina e la Grotta Grande entrambe presentano una temperatura interna che è compresa fra i 40° e i 45° e sono utilizzate per i bagni di vapore, ideali per la cura della pelle ma anche per combattere artropatie, per rilassare i muscoli e depurare l’organismo. L’intenso effetto mio-rilassante e decontratturante dei vapori termali rappresentano un potente anti-stress naturale.

Le acque:

Il complesso termale dei Bagni di Lucca, usufruisce delle proprietà benefiche delle acque provenienti da ben 25 fonti ipertermali. Le più rinomate tuttavia, quelle che sgorgano sul colle di Corsena, sono tutte classificate come solfato-bicarbonato-calciche e possiedono temperatura compresa fra i 36,5° e i 54°.
Le principali sorgenti ipertermali di Bagni di Lucca sono:
Sorgente del Doccione al Bagno Caldo T 54.1°, usata per bibita e bagni termali;
Sorgente Ospedale Demidoff T 46° usata per bibita, bagni termali;
Sorgente Maritata alle Docce Basse T 42.5°;
Sorgente Bernabò T 40.1°, usata per i bagni termali;
Sorgente grande al Bagno alla Villa T 39°, usata per piscina e cura idropinica;
Sorgente San Giovanni T 38°, usata per immersione, cura idropinica, irrigazioni e docce;
Sorgente alla Cova T 37.1°, usata per cure idropiniche.
Le acque curative di Bagni di Lucca sono raccomandate prevalentemente per il trattamento di infezioni cutanee.

Come arrivare ai Bagni di Lucca

 Il mezzo di spostamento più indicato per arrivare ai Bagni di Lucca è l’automobile; con l’auto basta imboccare, da Lucca, la strada statale 12 dell’Abetone e del Brennero fino a raggiungere Bagni di Lucca. La stessa statale conduce ai Bagni anche dalla celebre località sciistica dell’Abetone.

Info e Suggerimenti Bagni di Lucca

Le Terme di Bagni di Lucca sono conosciute sicuramente sin dall’epoca Romana: una leggenda narra che, una volta concordata la spartizione del potere con il primo triumvirato, risalente al trattato di Lucca del 56 a.C., Cesare, Pompeo e Crasso decisero di andare a rilassarsi e rigenerarsi proprio ai Bagni di Lucca.
Cadute in disuso dopo la caduta dell’Impero Romano, sono state riscoperte e valorizzate in epoca longobarda e raggiunsero il loro massimo splendore grazie all’intervento della Contessa di Toscana Matilde di Canossa.
La fama delle acque curative di Bagni di Lucca, propagata dall’opera dei più insigni studiosi, come Gentile da Foligno e Ugolino da Montecatini porta a frequentare questa località personaggi illustri come Montaigne, Falloppio, il Redi, la regina Vittoria e lo Zar, i quali combinavano la piacevolezza di una rilassante giornata alle terme con il brio provato la notte all’interno del famoso Casinò di Lucca, combinazione che è risultata vincente fino a quando per una legge dello Stato Italiano il Casinò fu chiuso fino alla sua riapertura nel 2009.

Stabilimenti e Terme Libere in Toscana